Alfonso Mammato

alfonso.mammato@gmail.com

https://mondodomani.academia.edu/AlfonsoMammato 

 

Titolo tesi

La circolazione monetaria altomedievale in Campania: un approccio storico-archeologico per una prospettiva di storia economica (secoli VI-VIII)

Attività di ricerca

Il mio progetto di ricerca ha come obiettivo,  tramite i reperti numismatici, la ricostruzione storica dei flussi economici della Campania durante i secoli dell’altomedioevo che vanno dal VI all’VIII. In primis è in corso l’analisi di un tesoretto  inedito composto da oltre trecento nominali in bronzo, proveniente da Taurasi (AV) e conservato al Museo archeologico nazionale di Napoli. Questo gruzzolo, datato alla metà del VI secolo, se comparato con altri rinvenimenti simili dalla regione, può gettare luce sulla massa di circolante presente sul mercato alla fine della guerra greco-gotica. La ricerca comprende anche lo studio di tutti i rinvenimenti monetali editi, da contesti di scavo e non, all’interno della forbice cronologica considerata, al fine di determinare analisi statistiche: quantitative, delle zecche di provenienza e autorità emittenti. Verranno inoltre analizzati i più importanti scavi altomedievali effettuati in Campania e soprattutto i reperti ceramici rinvenuti, come ad esempio anforacei e terra sigillata africana, spesso diagnostici di vitalità economica della società.

Pubblicazioni

  • A. MAMMATO, N. ABATE  2018, La “Grotta dell’affresco”:  il fenomeno del monachesimo sul confine tra il Ducato di Amalfi e il Principato di Salerno, in “Hortus Artium Medievalium”, pp. 199-208.
  • N. ABATE, A. MAMMATO 2018, Nuovi dati sul monachesimo in Costiera amalfitana (X-XI secolo), in F. Marazzi, C. Raimondo (a cura di), Monasteri Italo-greci (secoli VII-XI). Una lettura archeologica, Atti del Convegno Internazionale svoltosi a Squillace (CZ) nei giorni 23-24 marzo 2018, Cerro al Volturno, pp. 75-88.
  • A. MAMMATO 2019, S. Nicola in Carbonara e Subarano: due insediamenti medievali abbandonati in Costiera amalfitana. Il contributo dell’archeologia, in “Rassegna del Centro di Cultura e Storia Amalfitana”, 54 n. s., pp. 185-201.

Convegni, seminari, tavole rotonde e workshop

2018

  • Monachesimo italo-greco (secoli VII-XI), una lettura archeologica, Centro studi su Cassiodoro e il Medioevo in Calabria, Squillace, 23-24 marzo 2018. Titolo relazione: Nuovi dati sul monachesimo in Costiera amalfitana: l’esempio della ‘Grotta dell’affresco’.
  • 25th Annual International Scientific Symposium of the International Research Center for Late Antiquity and Middle Ages, (IRCLAMA) University of Zagreb, Porec, Croatia, 22-27 maggio 2018. Titolo relazione:  Insediamenti rurali medievali nell’area orientale della Costiera Amalfitana.

2017

  • Early Medieval Archaeology Student Symposium  (EMASS), Trinity College, Dublin, Ireland, 6-8 aprile 2017. Titolo relazione: Monastic foundations on the Amalfitan Coast: the example of ‘Grotta dell’affresco’.
  • 24th Annual International Scientific Symposium of the International Research Center for Late Antiquity and Middle Ages, (IRCLAMA) University of Zagreb, Pula, Croatia, 25-28 maggio 2017. Titolo relazione:  La ‘Grotta dell’affresco’: il fenomeno del monachesimo sul confine tra il Ducato di Amalfi e il Principato di Salerno nell’alto medioevo. 

Campagne di scavo e ricognizione archeologica

2018

  • Università degli studi di Napoli Suor Orsola Benincasa: scavo presso il monastero altomedievale di San Vincenzo al Volturno, Castel San Vincenzo (IS). Direttore scientifico: Prof. Federico Marazzi..

2016

  • Università degli studi di Salerno: scavo presso il monastero della SS. Trinità,  Ravello (SA). Direttore scientifico: Prof. Rosa Fiorillo.

2015

  • Università della Campania ‘Luigi Vanvitelli’: ricognizioni topografiche presso il sito archeologico di Cales, Calvi Risorta (CE), Melizzano (BN) e Frasso Telesino (Bn). Direzione Scientifica: Prof. Stefania Quilici Gigli.
  • Università della Campania ‘Luigi Vanvitelli’: scavo presso il parco archeologico di Cerreto Vecchia, nel comune di Cerreto Sannita (BN). Direttore scientifico: Prof. Marcello Rotili.

2014

  • Università degli studi di Napoli Suor Orsola Benincasa: scavo  presso il monastero altomedievale di San Vincenzo al Volturno, Castel San Vincenzo (IS). Direttore scientifico: Prof. Federico Marazzi.
  • Università degli studi di Bologna: scavo presso il quartiere romano di Via della Marciana nel parco archeologico di Ostia Antica (RM). Direttore scientifico: Prof. Massimiliano Victor David.

2013

  • University of Leicester: scavo presso il sito tardo-antico di ‘Ad Novas’, Cesenatico (FC). Direttore scientifico: Prof. Neil Christie.
  • Università degli studi di Bologna: scavo presso il sito di Tell-a-jorì, Persepoli, regione del Fars (Iran). Direttore scientifico italiano: Prof. Pierfrancesco Callieri. Direttore scientifico iraniano: Dott. Ascarì’ Chaverdi.

2012

  • Università degli studi di Bologna: scavo presso la basilica-monastero di San Severo a Classe (RA). Direttore scientifico: Prof. Andrea Augenti.

2011

  • Università degli studi del Molise, Archeologiattiva scarl: scavo presso il sito romano-sannitico in loc. ‘Capo di Campo’, Castello del Matese (CE), ricognizione territoriale. Direttore scientifico scavo: Prof Gianluca Soricelli.

2010

  • Università degli studi di Salerno: scavo presso la pieve altomedievale di ‘S. Marco a Rota’, Mercato S. Severino (SA). Direttore scientifico: Prof. Paolo Peduto.

2009

  • Università degli studi di Salerno: scavo presso la pieve altomedievale di ‘S. Marco a Rota’, Mercato S. Severino (SA). Direttore scientifico: Prof. Paolo Peduto.